FANDOM


The Woman Who Lived
The Woman Who Lived
Dottore Dodicesimo Dottore
Insieme a Lady Io, Clara
Nemico principale Leandro, Leoniani
Ambientazione Londra, Inghilterra, 1651

The Woman Who Lived, in italiano La donna che visse, è il sesto episodio della Nona Stagione di Doctor Who. L'episodio è il primo ad essere scritto da una donna dopo The Poison Sky del 2008; in esso vi è il ritorno di Ashildr, introdotta in The Girl Who Died, che va ora sotto il nome di "Io".

The Woman Who Lived esplora gli aspetti negativi dell'immortalità, tra cui la relatività del tempo e la breve vita degli esseri umani. Lo stesso argomento era già stato affrontato riguardo a Jack Harkness, anch'esso reso immortale, e ancora una volta mostra ciò che sente il Dottore nel poter sopravvivere a chiunque viaggi con lui. Come lui stesso dice ad Ashildr, più a lungo una persona vive e più comincerà a pensare in maniera negativa, ed è proprio grazie alle "effimere", i mortali, che potrà mettere a disposizione la propria esperienza.

L'episodio rappresenta una storia "companion-lite", in cui il Dottore viene visto viaggiare da solo mentre il suo attuale compagno si è preso una breve pausa. Altri esempi sono The Deadly Assassin e Midnight.

Sinossi Modifica

Viaggiando da solo per qualche tempo, il Dottore è alla ricerca di un artefatto dal grande potere, che nelle mani sbagliate significherebbe sicuramente disastro: l'Occhio di Ade.

Tuttavia, presto si trova a dover affrontare le conseguenze di uno dei suoi atti di compassione, quando incontrando una persona che aveva reso immortale, scopre che questa ha ormai perso ogni speranza e che il suo cuore ha sofferto secoli di sofferenza.

Comparse Modifica

Personaggi Modifica

Spazio-Tempo Modifica

Episodi della Nona Stagione (Doctor Who)
Last ChristmasThe Doctor's Meditation

The Magician's Apprentice / The Witch's FamiliarUnder the Lake / Before the FloodThe Girl Who DiedThe Woman Who LivedThe Zygon Invasion / The Zygon InversionSleep No MoreFace the RavenHeaven Sent / Hell Bent

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.